Come aprire un B&B

Chi non ha mai sognato di aprire un Bed and Breakfast? Con la graduale ripresa dei flussi turistici, questa soluzione di alloggio costituisce per i viaggiatori una vantaggiosa alternativa al soggiorno in albergo, per visitare una città a costi contenuti e usufruire di maggiore libertà.

Aprire un piccolo Bed and Breakfast in una zona a vocazione turistica può quindi rappresentare una scelta strategica.

Le idee e l’entusiasmo non ti mancano, ma ti stai chiedendo cosa dice la normativa a riguardo e quali costi dovrai affrontare?

In questa guida dedicata a come aprire un B&B nel 2021 vogliamo darti una mano, spiegandoti quali sono gli elementi da considerare.

Quali sono i requisiti per aprire un Bed and Breakfast?

Iniziamo vedendo quali sono i requisiti necessari per aprire un B&B, dalle caratteristiche di questa soluzione di alloggio fino alla documentazione richiesta e agli adempimenti fiscali.

Numero di camere

Un B&B è generalmente una piccola struttura che offre agli ospiti un servizio di “letto e colazione” e che è composta da un numero di camere da 3 a 6.

Il numero delle stanze che può avere un B&B varia da regione a regione: ciascuna infatti ha la propria normativa, che regola questa materia in maniera autonoma (numero minimo e massimo di stanze e di ospiti, ampiezza delle camere, carattere familiare dell’attività, periodi di apertura e chiusura).

La prima cosa da considerare è quindi in quale regione sarà localizzata la tua attività. Ti consigliamo di verificare non solo tutte le leggi regionali di settore, ma anche i regolamenti comunali specifici che si applicheranno al tuo B&B.

Documentazione necessaria per aprire un B&B

Studiati e verificati i requisiti, è il momento di recarsi allo Sportello delle Attività Produttive competente per territorio e iniziare a compilare i documenti che porteranno formalmente all’avvio della tua attività.

Il più importante di questi è la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività): un modo semplificato di iniziare un’attività imprenditoriale, attraverso una sorta di attestazione del possesso dei requisiti previsti dalla normativa in materia di strutture ricettive.

La SCIA è una documentazione obbligatoria prevista a livello nazionale (introdotta dalla Legge n.122 del 30 luglio 2010), ma i documenti richiesti per la definizione della pratica variano a seconda del territorio regionale e comunale di intervento (in linea di massima comprendono una planimetria dell’abitazione, i documenti relativi al possesso dell’immobile, i certificati attestanti la regolarità e la messa a norma degli impianti e la copia della polizza assicurativa obbligatoria).

Inquadramento fiscale del B&B

Il nuovo codice del turismo, entrato in vigore nel 2011, ha introdotto il B&B a carattere imprenditoriale, distinguendolo dai classici B&B a conduzione familiare, dove il turista è ospitato presso la residenza del proprietario.

Per i B&B a carattere imprenditoriale è richiesta apposita iscrizione al registro delle imprese presso la Camera di Commercio competente territorialmente, mentre per quelli a conduzione familiare, in cui l’attività è svolta in modo saltuario e non professionale, il semplice privato potrà operare senza ricorrere alla partita Iva né all’iscrizione al registro delle imprese.

Per questa ragione nei Bed and Breakfast “familiari” non vi è l’obbligo di emettere fattura (con conseguente esclusione dal campo di applicazione dell’Iva), ma è sufficiente rilasciare una ricevuta non fiscale.

I compensi ottenuti dall’attività del B&B a carattere non professionale sono considerati fiscalmente (articolo 67, comma 1, lettera i, del TUIR – D.P.R. 917/1986) “redditi diversi” ossia tutti quei redditi derivanti da attività commerciali non esercitate abitualmente. Il reddito imponibile del B&B sarà determinato dalla somma delle ricevute rilasciate al netto delle spese documentate e delle detrazioni fiscali previste.

Invece la tassazione di un B&B professionale sarà assoggettata al regime Iva adottato (ordinario, forfettario) con tutti gli adempimenti fiscali che ne conseguono.

I costi da sostenere per aprire un B&B

Considerando il caso in cui il B&B sia già un’abitazione di proprietà, i costi da considerare sono innanzitutto quelli di eventuali ristrutturazioni. Queste spese possono variare a seconda delle condizioni e allo stato della struttura: opere di ammodernamento e di adeguamento degli impianti alle norme vigenti (antincendio, sicurezza) possono prevedere investimenti fino a 30.000€.

Altri costi da valutare con attenzione sono l’allestimento delle camere e delle finiture di cui dotare la struttura, a seconda dell’offerta che si vuole proporre sul mercato. Le spese relative all’arredamento delle stanze e delle aree in comune devono tener conto anche degli elettrodomestici di cui dotare il B&B. Esigenze di lavaggio e asciugatura di tessuti e stoviglie richiedono l’adozione di elettrodomestici professionali, come lavatrici e lavastoviglie.

L’utilizzo di apparecchi professionali Miele in questo settore aumenta il pregio dell’offerta e l’efficacia del servizio (in caso di spazi ristretti sono infatti necessari prodotti ad hoc), e costituisce un investimento garantito che consente di contenere i costi nel lungo periodo.

Considerando complessivamente tali spese, quelle di marketing (ideazione del sito web, campagne pubblicitarie, pagine social, adesione a piattaforme dedicate al booking online), nonché i costi per gli adempimenti burocratici sopra descritti, l’investimento medio per un B&B si attesta sui 40.000€.

Tutto pronto per il tuo B&B?

A questo punto hai il quadro di tutto ciò che ti serve per intraprendere la tua avventura: normative da verificare, documenti da compilare, informazioni sul regime fiscale e una stima dei costi da affrontare.

Noi di Miele Professional siamo al tuo fianco per supportare la tua attività con i nostri prodotti e offrire ai tuoi ospiti un servizio di alto livello.

Scopri tutti gli elettrodomestici che possono servire al tuo B&B e… buona fortuna!

Hai dei dubbi sul prodotto da scegliere?

I consulenti Miele sono a tua disposizione per informazioni e preventivi.