Come lavare gli strumenti da studio dentistico

Tutti gli strumenti odontoiatrici, in base alla vigente direttiva europea e alle leggi nazionali, devono essere sottoposti ad una gestione qualitativamente sicura e adeguata. Ogni professionista del settore sa bene, dunque, quanto sia necessaria e obbligatoria una manutenzione corretta dei dispositivi, nel rispetto sia dei materiali che delle regole igienico sanitarie. Pertanto, come lavare gli strumenti da studio dentistico nel modo più corretto?

Quando parliamo di come lavare gli strumenti da studio dentistico bisogna innanzitutto escludere tutti i rischi durante la fase di decontaminazione, perché un trattamento non soddisfacente lascerebbe residui sul dispositivo, che potrebbero incrementare il numero di agenti potenzialmente patogeni. Il ventaglio che va a comporre la strumentazione odontoiatrica è di regola decontaminato secondo le stesse metodiche: lo standard europeo presuppone l’utilizzo di attrezzi sterili, precedentemente puliti e disinfettati come da prescrizioni e sterilizzati all’interno di buste a norma con un processo di sterilizzazione validato.

Oltre a capire come lavare gli strumenti da studio dentistico è importante scegliere con cura a chi affidarsi per macchinari capaci di soddisfare pienamente tutte le esigenze a livello di igiene e prestazioni. Miele Professional, grazie ad una tecnologia dagli alti standard qualitativi, è da sempre un punto di riferimento per gli studi odontoiatrici che hanno bisogno di elevata sicurezza nel trattamento e programmi specifici per la disinfezione.

Principalmente sono due le soluzioni predisposte da Miele Professional: G 7831 e PG 8581. Il primo è un compatto e pratico termodisinfettore: con la sua larghezza di appena 45 cm, è la risposta flessibile per chi ha problemi di spazio. La vasta gamma di inserti e accessori permette di ottimizzare il lavaggio di tutto lo strumentario, inclusi manipoli e contrangoli.

Il termodisinfettore Miele PG 8581, poi, è una soluzione all’avanguardia grazie alle sue innovazioni tecnologiche, tra cui la pompa a velocità variabile con resistenze incorporate, l’accoppiamento aria/acqua sul lato posteriore della macchina per una superficie di carico più ampia, la possibilità di collegamento all’acqua calda per cicli più brevi e l’apertura automatica della porta a fine ciclo per ottimizzare l’asciugatura. Il termodisinfettore garantisce un risparmio sia dei tempi di lavaggio che dei consumi energetici; inoltre la vasta gamma di inserti e accessori permette di ottimizzare il lavaggio di tutti i dispositivi, oltre che di manipoli e contrangoli. Insomma, è la risposta perfetta per chi si chiede come lavare gli strumenti da studio dentistico.

Contattaci per ricevere altre informazioni su come lavare gli strumenti da studio dentistico!

Hai dei dubbi sul prodotto da scegliere?

I consulenti Miele sono a tua disposizione per informazioni e preventivi.