Lavatrici a basso consumo di acqua: soluzioni a prova di futuro

L’acqua è uno dei beni più preziosi per il nostro pianeta: la sua presenza deve quindi essere tutelata da tutti, aziende comprese. Nasce da qui la necessità di promuovere soluzioni a prova di futuro, come ad esempio le lavatrici a basso consumo d’acqua.

Per rendersi conto di quanto l’oro blu debba essere salvaguardato con impegno, basta dare un’occhiata ai numeri: il 97% dell’acqua presente sul nostro pianeta è salata, il 2% è dolce e sotto forma di ghiacciai e ghiaccio polare, solo lo 0,3%, invece, è acqua potabile.

A causa dei cambiamenti climatici, caratterizzati da periodi di siccità sempre più lunghi e frequenti, le riserve d’acqua disponibili sono in riduzione, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo. La situazione è, inoltre, ulteriormente aggravata dalla continua crescita della popolazione e soprattutto dalla cattiva gestione delle riserve acquifere. Basti pensare che in un hotel a 3 stelle il fabbisogno medio d’acqua per pernottamento è di 250 litri e in un hotel a 5 stelle è addirittura di 552 litri.

Lo spropositato aumento dei consumi d’acqua fa sì che questo elemento stia scarseggiando sempre di più. Per questo motivo gli esperti ritengono che sia necessario tutelare questo bene prezioso per le generazioni future.

Le lavatrici Miele Professional a basso consumo di acqua sono parte della strategia di sostenibilità adottata dall’azienda, impegnata nell’ottimizzazione delle risorse disponibili. Un nuovo modello di lavatrice a basso consumo di acqua ne usa circa il 20% in meno rispetto ai modelli precedenti, sebbene già questi avessero consumi ridotti. Il modello Benchmark Machines, lanciato da Miele Professional all’inizio dell’anno, va in questa direzione e registra performance straordinarie. Benchmark Machines è una lavatrice a basso consumo di acqua in grado di garantire elevati standard di qualità: oltre ad avere una capacità di carico che arriva fino a 18 kg e uno sportello a chiusura automatica, permette soprattutto di risparmiare energia e acqua.

Oltre a tutelare l’ambiente, questo modello rispetta anche i capi grazie al cestello a nido d’ape brevettato da Miele, con struttura ad esagoni che consente ai vestiti di scivolare delicatamente sullo strato d’acqua che si forma sulla superficie, rispettando le fibre. Un ruolo chiave è svolto anche dalle centine, il nuovo trattamento delicato che bagna la biancheria dall’alto in modo rapido e intenso.

I prodotti Miele Professional vantano un duplice vantaggio: queste lavatrici a basso consumo di acqua permettono infatti di compiere lavaggi dando ottimi risultati e garantiscono anche un utilizzo responsabile delle risorse, in linea con le direttive mondiali.

Contattaci per ricevere altre informazioni sulle lavatrici a basso consumo di acqua!