Miele prima classificata secondo “Sustainability Image Score 2017”

Per qualsiasi realtà aziendale un’esigenza imprescindibile è rappresentata dal confronto con il tema sempre più incalzante della sostenibilità. Quella che vediamo in atto è una vera e propria rivoluzione “green”, che oltre ad essere al passo con le necessità dell’agenda globale, decreta quali sono i marchi professionali sostenibili presenti sul mercato. Prestare una concreta attenzione alle sfide poste dallo sviluppo sostenibile significa integrare politiche strategiche adeguate nel core business delle imprese, dove parole d’ordine sono riciclo, recupero dei materiali e contenuto impatto ambientale.

Come conferma il risultato del sondaggio “Sustainability Image Score 2017”, l’intero gruppo Miele svetta tra i marchi professionali sostenibili, posizionandosi come prima classificata nell’immagine di sostenibilità trasmessa ai consumatori. Un riconoscimento di grande prestigio, dunque, che valorizza non solo il brand, ma anche tutti i prodotti della società, compresi quelli di Miele Professional: lavatrici, essiccatoi, mangani, lavastoviglie industriali e soluzioni per i laboratori. La produzione del marchio tedesco si caratterizza infatti per un’elevata percentuale di materiali riciclabili, per l’adozione di processi ecologici, per un importante bilancio ecologico sia nell’uso che nel trasporto. Inoltre vengono utilizzate tecnologie eco-friendly, come quella a pompa di calore o il collegamento dei macchinari ai circuiti dell’acqua calda delle centrali termoelettriche a blocco.

L’obiettivo dello studio è stato, più nel dettaglio, quello di verificare l’influenza che la sostenibilità e la responsabilità d’impresa hanno sull’immagine delle aziende, sulla disponibilità all’acquisto dei consumatori e sulla loro fidelizzazione. L’esito della ricerca è importante perché mostra come il modo in cui i consumatori percepiscono la sostenibilità non dipende dal ramo dell’industria interessato, ma dalla cultura aziendale. Da questo punto di vista, Miele ha la migliore immagine di sostenibilità.

Alla luce dell’utilizzo sfrenato del termine sostenibilità, alle aziende di particolare fama oggi non basta più aderire superficialmente ai dettami dell’economia green, ma è loro richiesto di seguire una strategia sostenibile di lunga durata e che sia soprattutto credibile. “Vivere” la Corporate Responsibility in azienda a tutti i livelli è condizione indispensabile per trasmetterla in modo efficace sia all’interno che all’esterno. Per questo motivo non è quindi una sorpresa che nella classifica dei migliori 10 del SIS 2017 compaiano quasi esclusivamente aziende, la cui cultura aziendale manifesta in modo costante e in diversi ambiti valori associati alla sostenibilità.

Miele è stato riconosciuto tra i migliori marchi professionali sostenibili grazie all’impegno concreto sul campo promosso da una cultura aziendale lungimirante, che ha ricevuto la piena approvazione dei consumatori. Le aziende del futuro sono quelle che vengono percepite come affidabili su un arco lungo di tempo e che comprendono bene di dover trasmettere i propri valori alla percezione esterna relativa alla sostenibilità.

Contattaci per ricevere altre informazioni sui marchi professionali sostenibili!